lunedì 20 maggio 2024

Bresciaoggi e Frammenti di carta

Ringrazio Giada Ferrari capace di condensare e a rappresentare 30 anni di vita, lavoro e passione. 

Un grazie a Bresciaoggi e a Gian Paolo Laffranchi che, con la rubrica settimanale "Storie di artigiani" raccontano un sapere e  una tradizione italiana che va salvaguardata.

mercoledì 29 novembre 2023

Milano Drawing week

A cavallo tra novembre e dicembre, da tre anni a questa parte, a Milano si svolge un'interessante manifestazione per gli amanti del disegno: la Milano Drawing week. 

Una eccezionale mostra itinerante che vede la collaborazione di enti pubblici, gallerie d'arte nel far dialogare opere contemporanee con esemplari di artisti moderni storicizzati. Leitmotiv un disegno appartenente alla Raccolta Ramo, collezione privata milanese specializzata in opere d'arte su carta dal Novecento ai giorni d'oggi ecvera realtà trainante la manifestazione. 

Per info:
Milano Drawing Week
https://milanodrawingweek.com
Milano Drawing Week

venerdì 10 novembre 2023

Guanti o non guanti, questo è il problema!

Anche io, come gran parte dei miei colleghi,  riduco al minimo l'uso dei guanti, anche se in momenti "pubblici generalisti" ciò produce un feedback negativo, come se non fossi professionale. Non è così!

Questo articolo lo spiega bene; molto interessante per gli addetti al lavoro e non

https://www.museumoflondon.org.uk/discover/why-are-you-touching-object-without-gloves-our-conservator-answers?fbclid=IwAR0hrkLqNs3anQelJiobabTgQc5TXtkdcOv6FsLR85B6TgvqFUQWfMJ_8nY

Tra i guanti, oltre a quelli a 5 dita, in cotone e neoprene, ne uso anche un terzo in materiale sintetico molto liscio e a 3 dita, utile ad esempio per quando si ritocca, così da non trascinarsi pigmento.

https://www.instagram.com/p/CPC39iipLU4/?igshid=MWcyMWxkM3gwZ3FtYQ==

sabato 4 novembre 2023

cervello e carta



Mi rinfranca la tesi della neuroscienziata Wolf:

Non riesco a concentrarmi, a comprendere bene e memorizzare testi in pdf, oddio gli e-book; pensavo di avere dei limiti cognitivi o semplicemente essere ottusa verso la tecnologia e la modernità, invece sono del tutto normale: il nostro cervello funziona meglio con la carta! Tra l'altro, checchè si dica, è pure un supporto ben più durevole del digitale per la conservazione del dato e dell'informazione. Chi di voi, infatti, è in grado di recuperare la propria tesi salvata su floppy disk, poco più di 20 anni fa?!?! Io sicuro no, ma continuo a sfogliare e a leggere la mia copia cartacea. 

martedì 31 ottobre 2023

Mani da pianista, mani da restauratrice

Qui le mani di mio fratello, il pianista


Qui la mia mano, la restauratrice.

Qui lo storytelling:

Arturo Benedetti Michelangeli nasce a Brescia nel 1925. È stato uno dei più grandi interpreti del pianoforte del XX secolo, per via dell'unicità del suo tocco, delle iridescenze timbriche e della sua raffinatezza interpretativa. È considerato dalla critica uno dei più celebri, ammirati e mitizzati pianisti della storia.

Nei giorni in cui il Teatro Grande lo commemora con un concorso pianistico ad egli intitolato, io curo un manifesto in bozza che ne annunciava un'esibizione a Brescia, al Grande il 7 luglio del 1945.


sabato 21 ottobre 2023

Rai5 - La via della seta Samarcanda, la via della seta

Oggi su Rai5 parlavano di Samarcanda, e ovviamente non poteva mancare una parte sulla fabbricazione della carta. Si deve proprio agli Ottomani la diffusione della carta in Occidente. Inventata in Cina arriva in Europa passando per Samarcanda seguendo la via della Seta. 

Mi sono sempre fissata con la carta giapponese, ma dal documentario ho visto che a Samarcanda ancora viene prodotta nel metodo antico, utilizzando il gelso come materia prima. Facilmente è una cartiera storica dove la formatura è solo  dimostrativa, ma sarebbe interessante andare a vedere, anche perchè il telaio è simile a quello occidentale: si otterrà quindi un foglio con caratteristiche intermedie tra il giapponese e l'occidentale? Da scoprire.....

martedì 10 ottobre 2023

FELIX PHOTO FESTIVAL

Il Festival della Fotografia di San Felice del Benaco #FelixFotoFest avrà luogo dal 13 al 15 ottobre 2023 nelle frazioni di San Felice del Benaco, Cisano e Portese. Il ricchissimo programma, rivolto ad appassionati, professionisti, artisti visuali e persone amanti della cultura, propone mostre, incontri, workshop e un concorso fotografico. Avrò il piacere di animare alcune delle numerose iniziative. Qui tutti i dettagli: https://felixfotofest.it/programma/

Sabato 14 ottobre ore 15.00: “LUMEN PRINT – IMPRONTE D’ARGENTO”, workshop per bambini e famiglie a San Felice del Benaco, Palestra comunale.
• Impronte d’argento: attività dimostrativa dell’azione della luce. Impressione diretta di oggetti, mano, foglie… su materiale fotosensibile (animazione per famiglie e bambini)
Laboratorio operativo di sperimentazione individuale degli effetti della luce sui supporti fotosensibili. I partecipanti selezioneranno, raccoglieranno e comporranno i soggetti da esporre ai raggi ultravioletti della luce solare, in modo da ottenere impronte d’ombra per contatto. Osserveranno che la luce crea e la luce dissolve disegni e profili che per restare permanenti devono essere fissati chimicamente. Le impronte lasciate dalla presenza degli oggetti assumeranno intonazioni e sfumature di colore che dipendono dai sali d’argento o ferrici e dalla loro concentrazione. Le superfici dei materiali interagiscono con le foglie e con la pelle ed è sorprendente osservare il risultato, sempre unico ed irripetibile, che è possibile ottenere.

Domenica 15 ottobre ore 10.30: “Fotografia minutera”, workshop dimostrativo ed operativo dell’antico processo fotografico
• Fotografia minutera: la fotografia ambulante con processo negativo-positivo immediato, come un secolo fa. La camera, i suoi elementi e funzionamento, attività didattica imostrativa ed operativa.
Fotografía minutera è il termine di tradizione popolare ispanica che definisce il mestiere del fotografo itinerante che opera con il processo fotografico negativo/positivo su carta. La fotografia ambulante immediata richiede pochi minuti dalla ripresa alla consegna della fotografia finita. Da questo nasce il termine di “fotografia minutera”. In epoca contemporanea è diventato comune l’uso dei termini Afghan Box Camera,  kamra-e-faoree…  Oggi l’originalità di un procedimento fisico nato oltre un secolo fa, improntato alla materialità del prodotto ed alla performance, può tornare a coinvolgere i protagonisti, sfidando l’omologazione di un gesto fotografico puramente digitale.
I partecipanti potranno vedere e provare direttamente il procedimento, constatando come sia possibile inventarsi e costruirsi una propria camera minutera.

Domenica 15 ottobre, dalle 16.30 alle 18.00, lettura portfolio, insieme a Luisa Bondoni, Marzia De Tavonatti, Diana Bovoloni, a Cisano, Fondazione Cominelli.

WASHI PAPERMAKING - IL WORKSHOP

giovedì 25 maggio 2023

La passeggiata della linea

Questo sabato inaugura la nuova mostra della Civica Raccolta del disegno di Salò, oltre 100 disegni rappresentativi altrettanti artisti del 900 e contemporanei selezionati con grande passione e professionalità da Anna Lisa Ghirardi e facenti parte della collezione stessa. 

“Il disegno è l’arte di condurre una linea a fare una passeggiata”

Paul Klee

In occasione dei quaranta anni dalla nascita della Civica Raccolta del Disegno di Salò il MuSa propone una grande esposizione dedicata alla Collezione che vanta una preziosa raccolta di disegni. La Collezione, nata nel 1983, è attualmente costituita da più di 800 opere su carta di artisti contemporanei, con particolare interesse all’arte italiana dal Secondo Dopoguerra ai giorni nostri.

In questa mostra si presenta una selezione di più di 100 opere, includendo importanti artisti contemporanei, affinché il pubblico possa apprezzarne le qualità tecniche e stilistiche.

Lo scultore bresciano Roberto Ciroli realizzerà in ogni sala installazioni site specific, creando un itinerario suggestivo in dialogo con le carte della Collezione. I suoi curiosi personaggi cammineranno sospesi su fili di ferro come in una danza tra opere, stimolando il visitatore a seguire questo fil rouge.


Da parte mia un piccolo contributo nel testo del catalogo e come sempre una supervisione su cornici e montaggi delle opere ivi esposte.

È molto bella, oltre con i grandi nomi si passeggia tra nuovi talenti e suggestioni. CONSIGLIO!