giovedì 17 agosto 2017

VECCHIE MEMORIE NASCOSTE

È la tarda mattinata di un caldo venerdì di fine giugno,  mi trovo in studio a finire febbrilmente alcuni lavori;  d'un tratto il telefono mi riporta al presente (per poco,  perchè come vedremo,  verrò tuffata nel passato recente di Brescia...)
È Daniele Colossi, dell'omonima galleria bresciana: "Licia,  nello smantellare il negozio vicino a noi  [Caprettini Old England] sono stati rinvenuti alcuni manifesti d'epoca. Vieni a vedere?". Capisco l'urgenza; giusto il tempo di mettere in sicurezza quanto sto lavorando e schizzo in Corso Zanardelli, con tutta la curiosità che mi caratterizza. 

Accompagnati dalla sig.ra Rossella Caprettini entriamo nel grande negozio, ormai spogliato di tutto l'arredo, e dove fa da padrona una parete rivestita di manifesti risalenti alla seconda guerra mondiale. Entusiasmante sia arrivata  salva a noi.  

Visto lo stato di conservazione e la tipologia di opere,  benché uno degli autori sia Beccasile,  mi rendo ahimè subito conto che i manufatti non hanno nessun valore commerciale,  per il quale valga la pena il costo di un distacco e restauro. Per di più il tempo a disposizione è esiguo. Immenso è, invece, il senso storico del ritrovamento. Pertanto decido che si debba far qualcosa per salvarli,  visto che il successivo lunedì nuovi affittuari sarebbero arrivati distruggendo tutto....e allora senza pensare al compenso mi ci butto: giusto il tempo di tornare in studio per preparare colla e materiali per un intervento d'urgenza,  e il distacco è iniziato. 

A fine giornata,  dopo 5 faticose ore no-stop,  in cui sono salita e scesa da scalette;  ho fatto acrobazie per staccare tre strati di carta logora,  salvando il possibile,  sono rientrata con un bottino di 4 manifesti:

2 "Divisione San Marco"
2 "Psiup e PCI"

Nonostante ci abbia provato,  purtroppo,  non sono riuscita a recuperare lo strato più prossimo al muro, sempre della Divisione San Marco. Con più calma e qualche mano in più sarebbe stato tutto diverso. Poco importa,  nel mio piccolo e in poco tempo sono riuscita a salvare un po' di storia di Brescia*,  ora in procinto d'essere restaurata e resa al suo proprietario e al suo salvatore. 

FINE PRIMA PARTE 

*per gli approfondimenti storici,  si vedano i sottostanti articoli usciti a riguardo sul giornale di Brescia