martedì 4 dicembre 2012

RICORDI VERONESI


Poco piu' di una settimana fa transitavo vicino al quartiere di Borgo Roma dove, 8 anni fa, era stato allestito il "laboratorio" di primo soccorso per i libri, di proprietà della Società Letteraria, scampati all'incendio doloso, divampato tra l'1 e il 2 dicembre del 2004, del deposito ove gli stessi erano stati temporaneamente immagazzinati. Oggi 4 dicembre e' la data del sopralluogo, eseguito con la collega restauratrice Viviana Molinari, dei locali e di quanto era stato risparmiato dalla furia devastante del fuoco prima e dell'acqua poi; ad ogni incendio, infatti segue un'alluvione, indotta dai Vigili del fuoco.

Ricordo perfettamente quella giornata, sembrava di essere in un film, la situazione era irreale: da una parte la scorta delle forze dell'ordine, in quanto i luoghi si trovavano sotto sequestro; dall'altra un ambiente e una scenografia da film apocalittico con libri anneriti e inconsistenti, messi in cumuli disordinati, stratificati, ancora fumanti e ove, ogni tanto, faceva capolino un superstite volume sano; un odore acre di materiali eterogenei bruciati; scatole contenenti libri, intonse, bagnate, impaurite ed ordinatamente ancora sistemate su bancali in legno, alternate ad altre violentate, deformate, ma dal contenuto in fondo "sano".......

Incredibile lo stesso patrimonio 6 mesi dopo, a seguito del lavoro di asciugatura dei volumi sopracitati: un grande stanzone contenente 163 nuove scatole ordinatamente allineate sul pavimento e contenenti 7.639 volumi salvati. Questo lavoro non sarebbe mai riuscito senza decine di volontari accorsi, coordinati da me Viviana e da altre due colleghe (Eleonora Abate e Ester Manganotti) e alla forza e convinzione dell'allora bibliotecaria, ora presidente della Fondazione, dott.ssa Daniela Brunelli.

Oltre per questioni di calendario o di topografia, in questi giorni mi sono trovata a ripensare molto a quell'esperienza, in particolare per poter progettare un nuovo intervento di soccorso in una serie di volumi colpiti da un attacco microbico. Certo si tratta di una diversa epidemia, ma l'esperienza acquisita in occasione del lavoro a Verona, e il giornaliero diario di "bordo" all'epoca stilato, sono stati un ottimo aiuto.

http://www.brescianisrl.it/newsite/ita/stampa.php?tipe=case&id=31
 http://www.brescianisrl.it/newsite/ita/xcurrentref.php?id=31&hash=3cec94d83fdfa5b5dd8cfd2d15887c7a
http://www.societaletteraria.it/download/bollettino_2004.pdf