lunedì 9 novembre 2015

individuato il nuovo interlocutore per la tutela dei beni librari e a stampa

Soprintendenza regionale - Tutela dei beni librari

A partire dal 15 agosto 2015, ai sensi della legge 06.08.2015 n. 125, che ha modificato l’art. 5 del D. Lgs 42/2004 Codice dei Beni Culturali, le competenze in materia di tutela dei beni librari passano dalla Regione al Ministero per i beni culturali, al quale pertanto andranno rivolte tutte le richieste di autorizzazione previste dal Codice (ad esempio restauri, mostre, scarti, spostamenti ecc.).
Per l’esercizio di queste funzioni il 26 ottobre 2015 la Direzione generale biblioteche e la Direzione generale Archivi hanno siglato un accordo di collaborazione in virtù del quale le Soprintendenze Archivistiche territoriali saranno responsabili dell'attività istruttoria dei provvedimenti relativi ai beni librari con il supporto tecnico del personale delle Biblioteche statali.
Fanno eccezione, le pratiche di importazione ed esportazione di beni librari di proprietà non statale, per le quali sono stati individuati gli Uffici di esportazione delle Soprintendenze per i beni storici, artistici ed etnoantropologici competenti per territorio.